0

La nuova vetrina di LinkedIn: Come aggiungere contenuti visivi (e perchè dovreste farlo)

LinkedIn continua a migliorare se stesso. Le prime versioni della piattaforma di networking professionale era giusto uno o due livelli più avanti di un curriculum online con connessioni interattive. Funzionale e sufficiente per iniziare, ma decisamente scialbo. Nel tempo (in particolare nell’ultimo anno) LinkedIn si è trasformato in un player importante tra i social media per medici, resposabili ospedalieri, amministratori e responsabili delle comunicazioni.

Proprio recentemente, l’utilizzabilità si è spostata ancora più avanti con la possibilità di “migliorare visivamente la propria storia professionale” nel proprio profilo LinkedIn. Come descritto nel blog ufficiale di LinkedIn, “non ditelo soltanto, mostratelo”. E’ un modo completamente nuovo di mostrare cosa sapete fare meglio… con video, immagini, presentazioni, grafici e simili.

La piattaforma di networking sembra puntare agli architetti e ai direttori creativi con questa nuova capacità di creare “portfolio”. Ma il valore addizionale che i contenuti visivi portano è prezioso e interessante per chiunque, anche se non siete un animatore 3D.

Perchè i contenuti visivi sono importanti…

Ovviamente ognuno di noi possiede foto professionali, loghi istituzionali, e forse anche alcuni brevi video. Ma oltre tutto questo, vi è una tendenza esplosiva verso gli elementi visivi sia nei social media, sia in generale nei contenuti di Internet. La proliferazione di connessioni a banda larga e periferiche “smart” hanno incrementato queste tendenze:

– i visitatori spendono il 100% di tempo in più sulle pagine con video [fonte: MarketingSherpa]
– i video attraggono il 300% di traffico in più [fonte: MarketingSherpa]
– il 90% delle informazioni trasmesse al cervello sono visive [fonte: 3M Corporation]
– gli articoli con video attraggono 3 volte più link in ingresso rispetto agli articoli con solo testo [fonte: SEOmoz]
– l’85% degli utenti di Internet guardano video online [fonte: comScore]
– I contenuti visivi producono coinvolgimento [fonte: Simply Measured]

Aggiungere contenuti visivi e video…

LinkedIn rende semplice aggiungere grafiche, video, immagini e documenti, e e invita spesso i suoi utenti a farlo. Dal proprio profilo è semplice aggiungere questi contenuti al proprio sommario, o alle sezioni esperienze o educazione.

sia le pagine individuali che quelle aziendali posso essere aggiornate allo stesso modo e migliorate con questi contenuti visivi. Le presenzazioni, sia prelevate da SlideShare che caricate direttamente, sono un modo efficace di comunicare il proprio brand o differenziarsi. Specie adesso che LinkedIn ha aumentato i propri utenti del 50% in un anno, e conta ad oggi 175 milioni di iscritti.

Il valore dei contenuti visivi e dei video è significativo. E’ una cosa nuova, quindi potete avvantaggiarvi di questa funzione… prima della competizione. E’ facile e intuitivo, e LinkedIn offre anche un Help Center per ogni dubbio e domanda.

Laura De Biaggi

Laura De Biaggi

Dopo una laurea in Fisica dei Biosistemi e diversi anni di esperienza in un'azienda multinazionale biomedicale, come consulente nel settore dell’Healthcare ha pianificato l’attività di marketing di siti specialistici e di campagne di comunicazione, curando la gestione completa del piano di comunicazione e introducendo un nuovo metodo di consulenza che mira a condividere con il cliente, medico, azienda o Istituto che sia, la selezione dei risultati attesi e previsti con il fine di espandere le proprie attività e il proprio business. L’offerta di salute va, infatti, coordinata da specialisti che sappiano ridisegnare una immagine più adeguata alle richieste del mercato e del territorio. I principi guida di questo lavoro sono rapidità, moltiplicazione dei canali e della visibilità, precisione, comprensibilità e targettizzazione dei contenuti scientifici, ritorno economico per i clienti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *